Download A volte ritornano: il nucleare. La proliferazione nucleare, by Angelo Baracca PDF

  • admin
  • March 28, 2017
  • Nanotechnology
  • Comments Off on Download A volte ritornano: il nucleare. La proliferazione nucleare, by Angelo Baracca PDF

By Angelo Baracca

Show description

Read or Download A volte ritornano: il nucleare. La proliferazione nucleare, ieri, oggi e soprattutto domani PDF

Similar nanotechnology books

Nanotechnology-Enabled Sensors

Nanotechnology offers us with instruments to create practical fabrics, units, and platforms by way of controlling fabrics on the atomic and molecular scales by means of applying novel houses and phenomena. considering the fact that such a lot chemical and organic sensors, in addition to many actual sensors, depend upon interactions happening in the nanoscale diversity, the effect that nanotechnology can have at the sensor global is important.

Optical Generation and Control of Quantum Coherence in Semiconductor Nanostructures

The extraordinary keep watch over of coherence that may be exercised in quantum optics of atoms and molecules has prompted expanding efforts in extending it to solid-state structures. One motivation to take advantage of the coherent phenomena comes from the emergence of the quantum info paradigm, although many extra capability gadget functions starting from novel lasers to spintronics are all certain up with concerns in coherence.

Foundations of Nanomechanics: From Solid-State Theory to Device Applications

This article presents an advent, on the point of a complicated pupil in engineering or physics, to the sector of nanomechanics and nanomechanical units. It presents a unified dialogue of sturdy mechanics, with notation in step with smooth conference. A dialogue of electric transducer purposes is incorporated, masking such issues as piezoresistance and piezoelecticity.

Transport Properties of Molecular Junctions

A accomplished review of the actual mechanisms that keep an eye on electron delivery and the features of metal-molecule-metal (MMM) junctions. so far as attainable, equipment and formalisms awarded somewhere else to research electron shipping via molecules are shunned. This name introduces simple concepts--a description of the electron delivery via molecular junctions—and in short describes correct experimental tools.

Extra info for A volte ritornano: il nucleare. La proliferazione nucleare, ieri, oggi e soprattutto domani

Sample text

R — Reattori nucleari «veloci» (autofertilizzanti: «breeders») La fissione del Pu-239 avviene senza bisogno di rallentare i neutroni (neutroni veloci), ed emette un numero di neutroni in media maggiore dell'U-235. Nacque così l'idea di costruire reattori veloci al plutonio i quali, oltre a essere più compatti per l'assenza del moderatore, offrivano un'ulteriore prospettiva allettante. Se infatti si circonda il nocciolo di plutonio con un mantello di uranio naturale, ricco di U-238, il flusso neutronico oltre a sostenere la reazione a catena nel plutonio genera plutonio nel mantello: nasceva così l'idea allettante di produrre più plutonio di quanto ne bruci la reazione a catena, per cui tali reattori sono stati battezzati autofertilizzanti, o surgeneratori (breeders).

Questo viene sottoposto al processo di arricchimento. Abbiamo visto che il grado di arricchimento è molto diverso per gli usi civili e militari: tuttavia lo sviluppo di questa tecnica per scopi civili presenta una intrinseca a mbiguità, poiché apre la strada a ulteriori arricchimenti per scopi militari (è quello che attualmente viene contestato all'Iran, e costituisce anche lo scandalo che è esploso per la Corea del Sud). L'uranio utilizzato nei reattori «si esaurisce», nel senso che diminuisce il suo contenuto di U-235: esso deve quindi venire sostituito periodicamente.

Gli altri numeri possibili di neutroni (gli altri isotopi) non garantiscono di solito la stabilità della struttura nucleare, cioè danno luogo a configurazioni instabili (nel caso dell'idrogeno, il trizio). Questi isotopi instabili tendono a portarsi in una configurazione di energia minore più stabile, cioè a diseccitarsi, o a disintegrarsi: quando questa configurazione stabile viene raggiunta attraverso l'espulsione di particelle dal nucleo (disintegrazione), essa corrisponde a un isotopo di un elemento chimico diverso da quello di partenza (Z diverso); altre volte, come vedremo, essa corrisponde solo a una semplice diseccitazione, una redistribuzione interna dei protoni e dei neutroni in una configurazione più stabile, con emissione della sola energia di eccitazione.

Download PDF sample

Rated 4.77 of 5 – based on 48 votes